• 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
Lunedì, 08 Giugno 2015 13:23

"INCLUSIONE SECONDO NATURA", DOPO LA VETRINA ROMANA L'EVENTO FINALE A LATERZA

Appuntamento a masseria Sierro Lo Greco, martedì 9 giugno alle 17.

Era stato salutato come un progetto innovativo, il primo in Puglia a utilizzare risorse dei GAL per favorire il coinvolgimento delle fasce più deboli. E da allora, da agosto dello scorso anno, "Inclusione secondo natura" ha fatto strada facendosi conoscere anche a Roma, tra le buone prassi presentate durante il convegno dell'Isfol (3 e 4 giugno scorsi) "L'inserimento socio-lavorativo delle persone con disturbo psichico".

Il progetto, promosso dall'Asl di Taranto (in particolare dal Centro Salute Mentale di Castellaneta), attraverso le risorse del Psr Puglia 2007-2013 veicolate dal GAL "Luoghi del Mito" (misura 321 – servizi essenziali per l'economia e le popolazioni rurali), grazie alla proficua collaborazione con l'associazione "Masserie didattiche del Grande Salento" ha consentito a circa 30 pazienti di confrontarsi con il faticoso ma appagante lavoro rurale, seguendo un percorso sintetizzabile nello slogan "dalla terra alla tavola". Il risultato è stato molteplice: questa esperienza ha permesso di verificare "dal vero" quanto l'agricoltura sociale sia importante per il recupero individuale e per indicare una strada complementare all'agricoltura tradizionale.

Queste riflessioni, ovviamente amplificate e diversificate, saranno il tema dell'evento che si terrà a Laterza martedì 9 giugno, a masseria Sierro Lo Greco, una delle strutture utilizzate per il progetto insieme alle omologhe dell'Ambito 1 (Castellaneta, Ginosa, Laterza e Palagianello). Il programma (si parte alle 17) prevedrà contributi da parte di tutti i protagonisti di "Inclusione secondo natura": Asl di Taranto, Regione Puglia, Gal "Luoghi del Mito", terzo settore, esperienze di agricoltura sociale e anche i beneficiari. Il punto di vista di questi ultimi, anzi, sarà esemplare per verificare gli effetti benefici dell'agricoltura sociale: come più volte detto dal dottor Giovanni Vitucci che, insieme alla dottoressa Giuseppina Di Cesare, incarna l'anima di questa iniziativa, con i soldi investiti per "Inclusione secondo natura" è stata offerta un'opportunità piena e gratificante a circa 30 persone, soldi che normalmente bastano appena per "mantenere" un solo paziente in strutture chiuse e prive di stimoli.

L'appuntamento di martedì, inoltre, aprirà spazi di confronto con altre buone prassi realizzate in Puglia. Moderatrice dell'evento sarà la dottoressa Feliciana Punzi del Gal "Luoghi del Mito".

 

italia puglia green

Sede

 Via Vittorio Emanuele, 10
c/o Palazzo Catalano
74011 Castellaneta (Ta)

 +39 099 2217754

 info@luoghidelmito.it