• 2.jpg
  • 3.jpg
  • 1.jpg
Lunedì, 15 Settembre 2014 00:00

"INCLUSIONE SECONDO NATURA": DALLA TERRA BENESSERE E RINASCITA

L’agricoltura è lavoro misto a creatività, linfa per chi cerca di recuperare l’equilibrio perduto. Non è un caso, quindi, se l’Asl di Taranto si sia rivolta al Gal Luoghi del Mito per farsi finanziare un ambizioso progetto di inclusione sociale che “rischia” di diventare un faro nel panorama nazionale.

“Inclusione secondo natura”, infatti, è il nome dato dai suoi referenti, il dottor Giovanni Vitucci e la dottoresssa Giuseppina Di Cesare, all’idea di portare nei campi e nelle stalle, pazienti affidati alle cure del centro di salute mentale e del servizio dipendenze patologiche dell’Asl, a Castellaneta. Il progetto è stato presentato a Laterza, nella sala “La Cavallerizza” del palazzo marchesale, e appare come una vera e propria rivoluzione terapeutica, almeno ascoltando il dottor Vitucci, o meglio come una sfida che dovrebbe superare la condizione di temporaneità e divenire, come spiegato dal dottor Vito Gregorio Colacicco, direttore dei distretti sociosanitari uno e due dell’Asl ionica, un servizio permanente.

UNA GIORNATA SUL CAMPO

Il progetto accorpa in sé esperienze terapeutiche già praticate, sfruttando il circuito provinciale delle masserie didattiche, ed è dedicato a circa 30 pazienti, che dallo scorso agosto e fino a tutto il 2015 frequenteranno a intervalli regolari le strutture, cimentandosi in lavori al chiuso e all’aperto. Il valore del progetto “Inclusione secondo natura”, inoltre, è tutto nella sua specificità. Come spiegato da Roberto Barberio, titolare della masseria didattica Sierro Lo Greco dove il progetto è partito, in questo caso le terapie vengono svolte con l’ausilio di agricoltori veri. Insomma, qui l’agricoltura sociale ha trovato la sua forma d’elezione.

E per il Gal Luoghi del Mito è come sfondare una porta aperta, visto che la sua mission è soprattutto favorire la diversificazione agricola e la multifunzionalità. Tra l’altro, il Gal Luoghi del Mito è statao l’unico in Puglia a finanziare un’Asl e a terminare le risorse della misura 321, quella utilizzata per sostenere “inclusione secondo natura”

IL CONVEGNO

GLI INTERVENTI DEI RELATORI

PAOLO NIGRO

GIOVANNI VITUCCI

FABRIZIO NARDONI

VITO GREGORIO COLACICCO

GIANFRANCO LOPANE

 

italia puglia green

Sede

 Via Vittorio Emanuele, 10
c/o Palazzo Catalano
74011 Castellaneta (Ta)

 +39 099 2217754

 info@luoghidelmito.it